2.c.11 – Quali sono i vantaggi del metodo sperimentale?

Letto 4683 volte.
25 Maggio 2009 — Riccardo Sabellotti - Giacinto Sabellotti

osservazioneQuali sono i vantaggi del metodo sperimentale?

In sintesi il metodo è formato da tre passi: l’osservazione del fenomeno, la formazione di un modello matematico e la sua verifica sperimentale. Nella formazione di una qualunque credenza troviamo invece: l’osservazione di un fenomeno, la formazione di un modello mentale ed occasionalmente la ricerca di una qualche conferma alla propria tesi.
Il percorso che la nostra mente segue nel produrre nuova conoscenza è fondamentalmente sempre lo stesso, probabilmente è l’unico che può fare, ma nella ricerca sperimentale l’osservazione è molto più accurata e precisa grazie all’uso di strumenti di misura e all’esame per gradi del fenomeno, inoltre è oggettiva e quindi con validità generale; lo stesso si può dire della formazione del modello che è assai più dettagliato e preciso grazie all’uso della matematica e delle misure; la differenza principale la troviamo però nella verifica sperimentale: essa infatti viene applicata sempre e non occasionalmente, permettendo di scoprire subito se il modello è sbagliato; il suo scopo pertanto non è quello di confermare la nostra tesi per rassicurarci sulla validità della nostra idea, ma quello di vedere con esattezza se rispecchia la realtà e fino a che punto; il fine è perfezionare il modello o sostituirlo con uno migliore e le conseguenze di questo aspetto della verifica sperimentale sono importantissime:
• i modelli vengono sostituiti da altri nuovi quando questi presentano una maggiore precisione o una maggiore ampiezza del campo di validità; i modelli della scienza pertanto migliorano sempre, mentre opinioni, credenze e superstizioni mutano, adattandosi a nuovi contesti socio-culturali, ma le credenze di oggi, vere o false che siano, non sono più precise di quelle di mille anni fa e non risultano più valide; in altre parole la scienza non si limita ad evolvere come ogni forma culturale, ma progredisce con mutazioni sempre positive, in ogni epoca e in ogni luogo.
• tutti i modelli risultano validi in un certo insieme di casi ben noti, cioè quelli dove la verifica sperimentale ha avuto un esito positivo, e rimarranno sempre tali anche quando saranno superati da modelli migliori; se dunque i nuovi modelli sono validi in un numero di casi maggiore oppure sono più precisi, ma allo stesso tempo risultano più complicati e difficili da usare, sarà comunque possibile utilizzare ancora i vecchi modelli, per comodità. Questa è una nuova applicazione del principio dell’economia mentale, che in questo caso però non compromette la ricerca con atteggiamenti oscurantisti.
Parlando di progresso è però opportuno distinguere fra scienza e tecnologia: la scienza è lo studio della natura, mentre la tecnologia è lo studio di come costruire strumenti usando le conoscenze fornite dalla scienza. I due concetti sono strettamente legati, ma è importante osservare che il progresso scientifico rappresenta sempre un progresso per l’umanità, in quanto aumenta le sue capacità di comprendere la natura e quindi di viverci, mentre non si può dire altrettanto del progresso tecnologico, che può essere usato per il bene dell’umanità, ma anche contro di essa: ne sono un esempio la tecnologia bellica e le industrie inquinanti. La confusione fra progresso scientifico e progresso tecnologico costituisce un’altra fonte di inquinamento psicologico che deve essere rimossa.

 

PALCO D’ONORE
 uk1   ISAAC NEWTON   stella2stella2stella2stella2stella2

lampadina   COME REGISTRARSI?
iperindice  IPERINDICE
 
 

 

< precedente                                    successivo >

ccl

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)
2.c.11 - Quali sono i vantaggi del metodo sperimentale?, 8.5 out of 10 based on 4 ratings

4 Commenti per “2.c.11 – Quali sono i vantaggi del metodo sperimentale?”

  1. Alafrida dal Lago ha detto:

    Dalla scienza sperimentale si può trarre un grande insegnamento: quando un modello non funziona, bisogna sostituirlo. Se il modello è però applicato in campo sociale da anni a tutta la popolazione, per sostituirlo è necessario che la popolazione stessa sia educata al cambiamento o meglio all’adattamento alle nuove esigenze. Invece cresciamo i nostri figli nel conformismo o, peggio, nel cambiamento fine a se stesso, oppure nel ritorno a modelli del passato che comunque non hanno mai funzionato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • Carlotta da Camerino ha detto:

      Sono d’accordo, nei bar come sugli autobus si sentono persone insospettabili, nel senso di persone colte e rispettabili, che ormai esasperate, si augurano l’avvento di una “sana dittatura” che riporti un po’ di ordine in questo caos esponenziale. Dio li perdoni perché non sanno quello che dicono…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      • Morias Enkomion ha detto:

        Sono dei dormienti, come la maggior parte di noi, visto che in pochi ci accorgiamo che viviamo in una dittatura globale dove l’unico potere decisionale che abbiamo e’ se farci un Big Mac o un Mc Chicken, se prendere la Coca o la Sprite. Il resto e’ deciso da altri ma con la scusa delle elezioni ci fanno credere che noi eleggiamo i rappresentanti. Falso. Noi votiamo i rappresentanti delle lobby eletti dai partiti su indicazione delle lobby.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
        • Guglielmo l'Eclettico ha detto:

          La gente questo lo sa, ma ancora una volta lo percepisce come una disgrazia ineluttabile perché non vede alternative. Gli stessi però, di fronte a una vera alternativa hanno paura, si aggrappano al modello conosciuto ancorché se ne lamentano ogni giorno e quindi è provato (dopo circa sessanta anni di sperimentazioni in questo senso) che il suffragio universale, concepito per raggiungere una compiuta democrazia, applicato a masse di cittadini inconsapevoli, disinformati e impreparati ha paradossalmente impedito (e sempre più impedirà in un circolo vizioso) la realizzazione di una vera democrazia.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 1 vote)

RSS feed for comments on this post.

Scrivi un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Il progetto Ofelon usa la licenza Creative Commons
Creative Commons License