Capitolo 2.b

Letto 1635 volte.
14 Aprile 2009 — Riccardo Sabellotti - Giacinto Sabellotti

                                    

LA STORIA CULTURALE

Guardiamoci ancora indietro; se proviamo a fare una ricostruzione storica dell’evoluzione culturale, come è stato fatto per l’evoluzione biologica, scopriremo con sorpresa delle difficoltà ancora maggiori, in quanto la cultura non lascia tracce fossili o genetiche. Capire come si è sviluppato questo patrimonio, così importante per la nostra vita, ci può aiutare a capire la sua natura, il suo ruolo, i suoi limiti e le sue potenzialità per il futuro.

Sulla cresta dell'onda

CONCETTI IN MUSICA
   ROBERTO VECCHIONI – SAMARCANDA

lampadina   COME REGISTRARSI?

iperindice  IPERINDICE   

 

                                    

ccl

    

4 Commenti per “Capitolo 2.b”

  1. Alafrida dal Lago ha detto:

    L’evoluzione della cultura è sempre più accelerata, chi ha più di trent’anni non ha bisogno di libri di storia, basta che peschi nella propria memoria.

  2. Petronilla la Sottile ha detto:

    La cultura del passato viene appresa dai libri di storia, ma spesso questi ancora oggi hanno una impostazione celebrativa di re, imperatori e generali, nonché delle loro gesta, e prestano poca attenzione ai fenomeni sociali, economici e politici che sono veramente importanti da conoscere per meglio interpretare il presente e provare a gestire il futuro.

  3. Morias Enkomion ha detto:

    La cultura, come la storia, e’ fatta dai vincitori e ha quindi finalita’ propagandistiche: non dimentichiamolo! Chi domina vuole continuare a farlo, e per realizzare tale obiettivo utilizza tutti gli strumenti a sua disposizione che non sono soltanto le armi. Le vere armi di distruzione di massa sono quelle che distruggono il libero pensiero…

RSS feed for comments on this post.

Scrivi un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Il progetto Ofelon usa la licenza Creative Commons
Creative Commons License