5.c.11 – Qual è il ruolo dei rappresentanti?

Letto 2501 volte.
3 Novembre 2009 — Riccardo Sabellotti - Giacinto Sabellotti

11-rappresentante-ridQual è il ruolo dei rappresentanti?

I gruppi del primo anello devono comunicare fra loro i disagi che condividono, ma anche le idee, i progetti e magari le prime soluzioni che emergono dalla loro attività, queste devono essere raccolte e confrontate, quindi ulteriormente discusse; tali compiti spettano proprio ai rappresentanti.
È bene ricordare che vi sono due modi per rappresentare qualcuno:
• riferire fedelmente la decisione presa dal delegante
• prendere la decisione al posto del delegante.
È ovvio che è proprio il delegante, nel nostro caso il gruppo, che sceglie in quale modo vuole essere rappresentato, in base all’argomento trattato o al contesto.
Tornando alla rappresentazione grafica della democrazia concentrica, possiamo notare che l’anello più esterno ha cambiato aspetto: non più un cerchio costituito da singoli individui, ma un anello composto da un numero più ridotto di gruppi di base (che d’ora in poi chiameremo semplicemente Gruppi) per ognuno dei quali avremo un rappresentante nel secondo anello.
Per essere designati come rappresentanti da quattro parenti o amici in un Gruppo, è evidente che non servono né le costose quanto indisponenti campagne elettorali, né le ricorrenti quanto noiose elezioni; è sufficiente una semplice manifestazione di volontà, che come tale può essere modificata in ogni momento, analogamente a quanto siamo già abituati a fare per scegliere il medico di famiglia.
Lo Stato ci ha già associato a un codice che ci identifica in modo univoco; creare un database istituzionale che gestisca la composizione dei nostri Gruppi del primo anello e i relativi rappresentanti è veramente un gioco da ragazzi che si può realizzare praticamente a costo zero. Ogni cittadino potrebbe dunque accedere a tale database e modificare con la massima comodità la propria preferenza per il rappresentante (compatibilmente con le deleghe già ottenute dalla persona scelta) o per il Gruppo tramite un’interfaccia molto semplice e intuitiva da usare mediante il proprio computer o attraverso apposite postazioni messe a disposizione presso gli uffici comunali o di altre istituzioni pubbliche.
Con questo primo passaggio del nuovo sistema, l’80% della popolazione potrebbe disinteressarsi della politica, ma avrebbe in casa il proprio rappresentante, una persona cioè che, oltre ad essere della massima fiducia, sarebbe anche quotidianamente a disposizione per confrontarsi sulle priorità dei problemi da risolvere, problemi che del resto vive anch’egli insieme ai propri rappresentati. È il caso di sottolineare ancora una volta che non tutti hanno il tempo, la passione o le capacità per interessarsi di politica, tuttavia con i Gruppi evitiamo che si formino degli emarginati della politica, poiché ognuno ha sempre la possibilità di dare il proprio contributo qualora lo voglia.

Sulla cresta dell'onda

APPROFONDIMENTI
   INTERFACCIA

PALCO D’ONORE
es 
   JOSÉ GARCIA Y GASSET   stella4

lampadina   COME REGISTRARSI?

iperindice  IPERINDICE

 

 

<  precedente                                        successivo >

ccl

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
5.c.11 - Qual è il ruolo dei rappresentanti?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

Un Commento per “5.c.11 – Qual è il ruolo dei rappresentanti?”

  1. Gilberto il Valligiano ha detto:

    Allora: tutti schedati dal codice fiscale, si sceglie il proprio “fiduciario di famiglia” e l’80% della popolazione può autoescludersi dalla politica e smettere di fare danni andando a votare non-si-sa-chi di non-si-sa-quale-partito per fare non-so-che-cosa e non-so-dove. Si, mi pare un grosso passo avanti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

RSS feed for comments on this post.

Scrivi un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Il progetto Ofelon usa la licenza Creative Commons
Creative Commons License