5.c.20 – Come mantenere la separazione dei poteri?

Letto 1725 volte.
12 Novembre 2009 — Riccardo Sabellotti - Giacinto Sabellotti

20-separazione-ridCome mantenere la separazione dei poteri?

Per tutelare la democrazia mantenendo la separazione dei tre poteri fondamentali è necessario che nessuno, eccetto il primo anello, possa controllarli tutti e tre. Il Centro Legislativo è controllato direttamente dal terzultimo anello, tale anello dunque non dovrà avere alcuna autorità per interferire con l’operato dell’Organo Esecutivo o con l’Autorità Giudiziaria. Tale obiettivo può essere facilmente raggiunto considerando che a partire dal quarto anello ogni categoria di esperti elegge con la solita procedura gli esperti dell’anello successivo; ogni categoria dunque segue un percorso di elezioni separato dalle altre e lo stesso accadrà per quelle dell’esecutivo e per quelle giudiziarie. I percorsi di chi eserciterà le tre forme di autorità dello Stato allora saranno completamente separati come lo sono le rispettive funzioni. Per lo stesso motivo anche i contatti professionali fra autorità diverse dovranno essere limitati al minimo necessario e disciplinati da apposito regolamento.
È bene far notare che anche l’Autorità Giudiziaria deve essere amministrata e che essa non comprende solo i magistrati cosi come il Ministero della Sanità non comprende solo medici, ma anche infermieri, contabili, biologi, chimici e chissà quante altre categorie. Il Ministero della Giustizia non può essere considerato cosa separata dall’Autorità Giudiziaria, anche oggi si tratta infatti di un unico sistema finalizzato all’attività giudiziaria; ne segue che tale ministero, in cui i Giudici sono una componente fondamentale, ma pur sempre una componente, dovrà essere separato dal Governo al fine di mantenere la separazione dei poteri.

Sulla cresta dell'onda

PALCO D’ONORE
 dk1  
ALF ROSS 

lampadina   COME REGISTRARSI?

iperindice  IPERINDICE

 

 

<  precedente                                        successivo >

ccl

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)
5.c.20 - Come mantenere la separazione dei poteri?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

2 Commenti per “5.c.20 – Come mantenere la separazione dei poteri?”

  1. Alafrida dal Lago ha detto:

    In una riforma così articolata e logica non si poteva non smontare anche la casta dei giudici. Non essere influenzati dal potere legislativo e amministrativo non significa essere impuniti. Se qualcuno ha qualche dubbio sul fatto che i giudici si gongolino dei loro ingiustificati privilegi, si veda la presentazione dell’anno giudiziario con tutti i parrucconi con tanto di mantello bordato d’ermellino…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • Morias Enkomion ha detto:

      Le caste si formano per mancanza di controllo effettivo da parte della maggioranza, ecco perche’ troviamo caste ovunque vi siano dei privilegi. La maggioranza e’ addirittura usata dalle caste per il mantenimento dei loro privilegi, sistema da distruggere cominciando a distruggere l’ignoranza diffusa esistente su questi problemi, ignoranza diffusa dai mass media.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)

RSS feed for comments on this post.

Scrivi un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

Il progetto Ofelon usa la licenza Creative Commons
Creative Commons License